Apple ID, qualche informazione per gli utenti

Scienza e teconologia

Apple ID, problemi con un vecchio indirizzo email che volete cambiare? Nessun problema, bastano pochi passi.

Notizie rubate e ritrasmesse per i meno attenti della rete

Se doveste rientrare tra quegli utenti “un pò vecchiotti”, per capirci meglio tra quelli che hanno impiegato  un indirizzo e-mail, oggi non più utilizzato, per creare il vostro Apple ID, sappiate che con pochi passaggi potrete sostituire quell’indirizzo con uno totalmente nuovo. Ma attenti a non commettere errori.

Prima di iniziare a smanettare come forsennati, leggete questo post fino alla fine e poi, se ne avete, scollegate tutti i dispositivi Apple che utilizzate e che sono collegati a iCloud,  cioè i vari iphone, ipad, Macbook ecc. e disattivate il servizio Trova il mio iPhone.

A questo punto recatevi al sito appleid.apple.com, identificatevi con e-mail e password, rispondete alle domande di sicurezza dopodiché nella schermata di Gestione, sezione Account, cliccherete su Modifica, quindi Modifica indirizzo e-mail e inserite il nuovo indirizzo e-mail col quale successivamente vi loggerete: cliccando poi su continua riceverete un codice per posta elettronica che dovrete inserire nell’apposita casella

che verrà visualizzata sulla schermata e quindi clik su Fine per approvare le modifiche.

Ora siete svincolati dal precedente indirizzo e-mail e il nuovo Apple ID avrà memorizzato quello nuovo ma attenzione, potrebbe infatti capitare che qualche applicazione, e tipico esempio potrebbe essere quello di acquisti in-App, non riconosca ancora il cambiamento e creare qualche problemino. Potrete ora riattivare Trova il mio iphone sui vari device e sarete nuovamente coperti dal servizio che la Casa di Cupertino mette a vostra disposizione. La cosa migliore da fare è provarne il funzionamento con i nuovi dati appena inseriti per essere nuovamente tranquilli.

Aldo Verdigi

 

 

Apple ID, qualche informazione per gli utenti ultima modifica: 2017-02-27T12:59:51+00:00 da aldo verdigi
Written by aldo verdigi

Leave a Reply